Nue 112 e centrale unica, rinnovato appello a tutti i sindaci della provincia

Nue 112 e centrale unica, rinnovato appello a tutti i Sindaci e al Presidente della Provincia di Grosseto

Questa lettera aperta, con finalità prettamente sociali, disgiunte da quelle partitiche, viene oggi inviata via PEC:
a tutti i Sindaci della provincia di Grosseto,
al Presidente della Provincia di Grosseto,
e per conoscenza al Prefetto della provincia di Grosseto.

 

L’associazione GROSSETO AL CENTRO torna sul tema della centrale 118 (di soccorso pubblico in ambito sanitario) che così tanto clamore ha sollevato nel momento del suo trasferimento a Siena e lega strettamente questa vicenda a quella dell’attivazione di un’unica centrale operativa interforze del Numero unico per l’emergenza europeo112 (di pronto intervento per i cittadini nel delicato settore della sicurezza pubblica), così come richiesto da oltre 1.000 Grossetani attraverso la petizione popolare promossa dalla stessa associazione. È questo il modo per difendere l’eccellenza della nostra vecchia centrale grossetana del 118 e per porre rimedio alla percepita caduta di qualità del nostro sistema pre-ospedaliero, ottimizzando contestualmente il coordinamento delle Forze di polizia e del Pronto Soccorso sul territorio provinciale.

Tanto perché il Sindaco, nell’ambito istituzionale proprio (ex-art. 54 Tuel), è il Responsabile sia della Sicurezza Urbana, che versa nel più ampio settore della Pubblica Sicurezza, sia dell’Incolumità Pubblica che versa nel campo sanitario riguardando “l’integrità fisica della popolazione”.

Com’è noto le due esigenze agiscono ora su strutture gestionali diverse, entrambe devolute a soddisfare impegni essenziali riconducibili al cittadino che si trova improvvisamente in difficoltà, per motivi sanitari o di pericolo nell’ambito della propria sicurezza. È auspicabile che la centrale operativa sia presidiata dalle tre funzioni delle Forze dell’ordine, del Soccorso Sanitario e dei Vigili del Fuoco (attualmente, nel caso di sinistro stradale vengono avvertite strutture distinte) affinché l’operatore di uno degli enti che risponde alla chiamata di pronto intervento prenda in carico la stessa rimanendo in contatto continuo con l’utente, mentre la presenza degli operatori degli altri enti istituzionali favorisca l’erogazione di una risposta multidisciplinare, coordinandosi immediatamente tra loro nelle operazioni di intervento più opportune. L’ambito territoriale ideale per la realizzazione di tale sistema unico di soccorso e di pronto intervento per il cittadino è la Provincia in quanto Ente in cui tali strutture hanno la loro organicità, sia statuale che locale.

Ci preme sottolineare, tra le altre, due importanti considerazioni che consigliano l’immediata attuazione di un tale sistema unificato:

✓ in assenza di rete o credito telefonico, i telefoni cellulari di nuova generazione estradano automaticamente l’eventuale chiamata di emergenza al 112, rendendo impossibile comporre altri numeri; dal 2018 tutte le nuove auto messe in vendita saranno obbligatoriamente dotate del sistema eCall, che in caso di incidente chiama automaticamente la centrale operativa 112;

✓ il sito nue112.eu promuove il modello di centrale operativa interforze (tutti gli enti del soccorso in un’unica sala operativa) documentando i pareri favorevoli di esperti nazionali ed internazionali, dei sindacati di Polizia Silp e Pnfd, informando sulla situazione italiana, il positivo impatto economico, le tecnologie, la normativa nazionale ed europea ed il confronto tra i vari modelli operativi già attivi in tutta Europa.

Per Questi Motivi l’associazione GROSSETO AL CENTRO chiede:

✓  al Sindaco di Grosseto di dare risposta (nonostante ai sensi dell’art. 33 del vigente regolamento comunale i termini indicati per farlo siano scaduti da ormai quattro mesi) ai 1.000 grossetani firmatari che hanno chiesto la convocazione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza affinché la legge nazionale e la normativa europea vengano applicate, per l’istituzione del Numero unico d’emergenza in seno alla centrale unica;

 al Presidente della Provincia di Grosseto di promuovere subito una Conferenza di servizio fra tutti i Sindaci di Grosseto per discutere ed assumere tutte quelle iniziative atte ad adeguare un sistema completamente obsoleto con un altro più adeguato ai tempi e alle necessità di ogni cittadino;

 a tutti i Sindaci dei comuni della provincia di Grosseto di esprimersi in favore dell’attivazione di un’unica centrale operativa interforze (tutti gli enti del soccorso in un’unica sala operativa) e del Numero unico per l’emergenza europeo 112 in seno ad essa.

I ritardi si riflettono in campi molto delicati che le Istituzioni sono chiamate a risolvere in tempi brevi.

 

JOIN THE DISCUSSION