Sicurezza dei pedoni, i pannelli di viale Uranio indicatori di un problema irrisolto

 

Oltre un mese fa GROSSETO AL CENTRO faceva appello all’Amministrazione Comunale affinché venisse elaborato un piano per la messa in sicurezza di TUTTI gli attraversamenti pedonali in città e nelle frazioni, proponendo che si adottassero con decisione gli attraversamenti pedonali rialzati.

I pedoni coinvolti in incidenti e gli eventi di pericolo in città sono all’ordine del giorno: soltanto ieri, in viale Uranio, un bambino è stato quasi investito sulle strisce da uno scooter che non si è fermato. Assolutamente inutili i pannelli elettronici misuratori di velocità installati il mese scorso nella principale strada del quartiere Verde Maremma, incapaci di una adeguata persuasività e mal collocati poiché troppo vicini all’uscita dalle rotatorie. Con un’auto di media cilindrata, a strada libera, è necessario premere a fondo l’acceleratore per superare di poco il limite di 50 Km/h al momento di oltrepassare il segnale. Solo in quell’ultimo frangente il pannello elettronico si accende distraendo l’automobilista in accelerazione. I soldi per quegli inutili pannelli sembrano proprio spesi male.

Secondo quanto annunciato dall’Amministrazione, terminato l’anno scolastico dovrebbero iniziare i lavori per allargare il marciapiede davanti alla scuola Vico. A tale proposito poniamo l’attenzione sulla necessità di installarvi anche delle barriere pedonali (analoghe a quelle che si possono vedere in prossimità di alcune rotatorie di nuova realizzazione) che impedirebbero ai ragazzi di mettere accidentalmente i piedi in strada al di fuori dello spazio prospiciente l’attraversamento pedonale. Tale misura, a nostro giudizio, dovrebbe essere adottata anche per i marciapiedi di fronte agli ingressi di altre scuole in città. Pur avendo l’Amministrazione un’idea chiara di quale sia la soluzione per alleggerire il traffico di viale Uranio (la bretella esterna), essa prevede tempi di realizzazione lunghi che la sicurezza dei pedoni non può permettersi di attendere. Merita una riflessione, inoltre, il fatto che minor traffico può tradursi in maggior velocità per alcuni.

Quando sarà possibile partecipare, infine, agli incontri pubblici per la stesura del Pums (il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) più volte annunciati alla città nei mesi scorsi?

Continuano ad arrivare alla nostra associazione segnalazioni di cittadini indicanti altre strade e at- traversamenti pedonali pericolosi, sia in città che nelle frazioni di Alberese, Rispescia, Istia, Roselle, Batignano e Braccagni.

Per quanto sopra espresso l’Associazione GROSSETO AL CENTRO chiede oggi un incontro presso l’Ufficio Traffico e Mobilità con l’assessore alla viabilità Fausto Turbanti, il funzionario Samuele Guerrini e il dirigente Felice Carullo finalizzato all’adozione degli attraversamenti pedonali rialzati non provvisori e delle barriere pedonali ove richiesto dai cittadini.

 

Questa lettera aperta è stata inviata al sindaco del Comune di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna,
all’assessore alla sicurezza, viabilità e traffico Fausto Turbanti,
al dirigente Felice Carullo e al funzionario Samuele Guerrini dell’Ufficio Traffico e Mobilità.

 

JOIN THE DISCUSSION