domenica 26 Settembre 2021
spot_img
HomeSocialeRigenerazione urbana, fino a 20 milioni per Grosseto. La politica non perda...

Rigenerazione urbana, fino a 20 milioni per Grosseto. La politica non perda il treno!

Grosseto, 2 maggio 2021

Fino a 20 milioni per Grosseto per investimenti in progetti di rigenerazione urbana. La politica non perda il treno!

È con spirito partecipativo che GROSSETO AL CENTRO sollecita il Comune di Grosseto a presentare velocemente – c’è tempo fino al 4 giugno! – progetti di rigenerazione urbana volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale e al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.

Per tale progetti la Legge 160/2019 assegna ai comuni 150 milioni di euro per l’anno 2021, 250 milioni per il 2022, 550 milioni sia per il 2023 che per il 2024 e 700 milioni all’anno dal 2025 al 2034. Il Dpcm 21 gennaio 2021, in particolare, definisce i criteri e le modalità per l’assegnazione di questi contributi per il triennio 2021-2023, stabilendo che i capoluoghi di provincia possano chiedere il contributo per uno o più interventi già inseriti nella programmazione dell’ente per un massimo di 20 milioni di euro, a condizione che le domande vengano presentate entro il prossimo 4 giugno.

Si tratta di interventi di:

  1. manutenzione per il riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti pubbliche per finalità di interesse pubblico, anche compresa la demolizione di opere abusive realizzate da privati in assenza o totale difformità dal permesso di costruire e la sistemazione delle pertinenti aree;
  2. miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale, anche mediante interventi di ristrutturazione edilizia di immobili pubblici, con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi sociali e culturali, educativi e didattici, ovvero alla promozione delle attività culturali e sportive;
  3. mobilità sostenibile.

A titolo di esempio stiamo parlando di lavori su asili nido, edifici scolastici e abitativi, residenze per comunità, monumenti, musei e biblioteche, impianti sportivi e teatri, recupero di aree dismesse, realizzazione di piste ciclabili, parcheggi scambiatori, parchi e verde pubblico.

Maggiori informazioni sulle modalità per presentare le domande di contributo si possono trovare nel sito dell’Associazione nazionale comuni italiani e nel comunicato del Ministero dell’interno che riporta le istruzioni operative.

L’amministrazione comunale avrà certamente intercettato questo bando; è desiderio di GROSSETO AL CENTRO che i grossetani possano sapere se il Comune intende procedere nella domanda di accesso ai contributi e per quali progetti.

 

Questa lettera aperta è stata inviata al Sindaco del Comune di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna, a tutti gli assessori della Giunta e ai consiglieri del Consiglio comunale di Grosseto

 

RELATED ARTICLES

Most Popular