domenica 26 Settembre 2021
spot_img
HomeQuartieri e frazioniBraccagni, attraversamenti pedonali, parcheggi selvaggi e sensi di marcia da rivedere. Il...

Braccagni, attraversamenti pedonali, parcheggi selvaggi e sensi di marcia da rivedere. Il video

Ieri, 8 settembre 2021, GROSSETO AL CENTRO ha incontrato i residenti della frazione di Braccagni e ha nuovamente raccolto le loro segnalazioni.

Che fine hanno fatto gli attraversamenti pedonali rialzati promessi dall’assessore alla mobilità Fausto Turbanti attraverso i giornali? “Lavori entro marzo”, aveva detto l’assessore a febbraio di quest’anno. I residenti chiedono da anni maggiore sicurezza per via Aurelia Nord in cui le vetture di notte sfrecciano anche a più di 100 Km/h.

Possibile poi che non si possa trovare una soluzione in merito al senso unico di via Malenchini? A dicembre i braccagnini avevano raccolto più di 100 firme per chiedere il doppio senso di marcia.

Ecco il video con la situazione che abbiamo trovato a Braccagni:

Monumento al buttero Santi Quadalti

Uno dei punti, forse il meno urgente, ma sicuramente importante per l’identità del paese era quello della realizzazione del monumento al buttero Santi Quadalti, unica vittima dell’alluvione di 50 anni fa.

Dobbiamo purtroppo constatare dalle testimonianze ricevute che nonostante gli impegni presi dalla Giunta e gli accordi raggiunti con la Curia, che hanno portato alla risoluzione degli aspetti burocratici arrivando a definire il terreno dove installare il monumento e a designare l’artista che l’avrebbe realizzato, il soggetto che aveva promesso il finanziamento dell’opera si è tirato indietro non mantenendo fede ai propri impegni.

Sportello per tributi e servizi demografici

Per quanto si riferisce all’ istituzione di uno sportello per i servizi demografici da tenere aperto ogni 15 giorni, per il quale l’assessore Cerboni si era impegnato, nulla sembra sia stato fatto.

Fognature e strada delle Gerlette

Ad oggi ancora persiste il problema di viabilità della strada delle Gerlette. Da quel che ci riferiscono i residenti, sembra che i propositi dell’assessore Megale siano quelli di trovare accordi personalizzati con i proprietari delle realtà economiche, scansando la responsabilità di interventi diretti, come lo stanziamento di fondi per l’asfaltatura di una strada, come quella delle Gerlette, tutta buche e sconnessioni.

Ugualmente per le fognature fatiscenti, del tratto stradale dal passaggio a livello al cimitero, che procurano emissioni e miasmi di cattivi odori, non è stato ancora né programmato né realizzato alcun intervento.

Sicurezza stradale e pedoni

Tutte le testimonianze raccolte ci confermano che le richieste per la realizzazione di dissuasori di velocità nel tratto dell’Aurelia antistante l’ingresso in Braccagni, sono state eluse, motivandole con argomentazioni fasulle del tipo: le vetture del servizio Ambulanza Croce Rossa e 118 non possono rallentare la corsa in condizioni di urgenza.

Allo stesso modo apprendiamo che nella Via Malenchini permane il transito ad unico senso laddove era stato chiesto per motivi di sicurezza (le auto infatti vanno ugualmente in senso contrario) di aprire il passaggio anche al senso opposto di marcia.

Nuove richieste

Da un dialogo con Don Maurizio Marta, parroco di Braccagni, apprendiamo del degrado che avvolge la zona limitrofa alla chiesa e il parco circostante. Dai giovani che bivaccano e lasciano tracce di incuria e sporcizia si è passati a veri e propri atti di vandalismo. Sono state divelte e portate via le grondaie del centro oratorio adiacente la chiesa procurando danni ingenti alla struttura.

La richiesta vuole sollecitare una maggiore sorveglianza sul territorio prevedendo interventi di pattugliamento più frequenti della polizia municipale in un paese che, troppo spesso, sembra essere stato dimenticato.

 

RELATED ARTICLES

Most Popular