venerdì 2 Dicembre 2022
spot_img
HomeSocialeBaratto amministrativo a Grosseto, finalmente dopo 7 anni la proposta di Gac...

Baratto amministrativo a Grosseto, finalmente dopo 7 anni la proposta di Gac e dei 1500 firmatari va in Consiglio

La seguente lettera aperta è stata inviata a tutti i consiglieri comunali di Grosseto:

Grosseto, 2 novembre 2022

Baratto amministrativo a Grosseto, finalmente dopo 7 anni, e reiterati appelli, la proposta di Grosseto al centro e dei 1500 firmatari va in Consiglio comunale!

La proposta di Grosseto al centro di adottare il Baratto amministrativo a Grosseto, promossa dai fondatori dell’associazione con una grande petizione nel 2015, sostenuta dalle firme di ben 1.500 grossetani e rilanciata da Gac più volte nel 2016, 2018 (2), 2019 e 2021 (2) approda in Consiglio comunale.

Sì perché, come si legge nell’albo pretorio on-line del Comune di Grosseto, giovedì 3 novembre 2022 è convocata la I Commissione consiliare con all’ordine del giorno una mozione per introdurre il baratto amministrativo presentata dal consigliere Valerio Pizzuti per il gruppo Liberali, riformisti e socialisti e dal consigliere e presidente della commissione Amedeo Gabbrielli per il gruppo Forza Italia – P.p.e.

Che cos’è il baratto amministrativo?

Il baratto amministrativo è un aiuto nei confronti di famiglie in difficoltà, uno strumento concreto e moderno contro il degrado urbano, oltre che un incoraggiamento alla diffusione del senso civico attraverso attività di pubblica utilità e, non ultimo, un vantaggio per il Comune che recupera così crediti inesigibili. Esso consente a persone in difficoltà economica di “pagare” alcune tasse comunali (ad esempio la tassa sui rifiuti) svolgendo lavori utili per la collettività come la cura delle aree verdi, la pulizia delle strade, l’imbiancatura delle aule scolastiche, piccoli lavori di manutenzione ecc… È una possibilità a cui si accede secondo una graduatoria che considera fattori come l’Isee, la condizione di disoccupazione, la numerosità del nucleo familiare, la presenza di persone con disabilità, i genitori soli con minori a carico.

Dispiace che nel testo della mozione di Valerio Pizzuti e Amedeo Gabbrielli non si citino i 1.500 grossetani che già nel 2015 avevano apposto di proprio pugno la firma sulla petizione promossa da Matteo Della Negra e Roberto Carlettini perché un tale importante strumento sociale venisse adottato nella nostra città. Ad ogni modo la mozione, se approvata, impegnerà il sindaco e la giunta a introdurre il baratto amministrativo alle condizioni che l’Amministrazione comunale riterrà necessarie e utili.

Necessario il regolamento comunale. Ecco quello di Gac:

A tale riguardo sottolineiamo che per introdurre il baratto amministrativo è necessario adottare un regolamento comunale. È di dominio pubblico la certosina disamina che Grosseto al centro aveva effettuato su una ventina di regolamenti di grandi città e piccoli comuni che già avevano adottato il baratto amministrativo, così come il confronto diretto con altre amministrazioni comunali, tra cui il primo Comune ad averlo adottato in Toscana, Massarosa (LU) (vedasi i video: 1, 2 e 3). Da quell’analisi e dall’esperienze maturate Gac aveva redatto una bozza di regolamento per il Comune di Grosseto (se ne può prendere visione e si può scaricare cliccando qui), più volte proposta alla precedente amministrazione Vivarelli Colonna, con l’indicazione in rosso dei termini ampiamente modificabili per una prima migliore sperimentazione da parte dell’Amministrazione comunale.

Ecco perché Grosseto al centro invita tutti i consiglieri comunali ad implementare l’atto di prossima discussione con la proposta di regolamento comunale stilata dall’associazione.

Nell’augurare buon lavoro al Consiglio comunale rinnoviamo la nostra disponibilità ad un dialogo finalizzato a concretizzare quanto prima, e nel modo più utile ed efficace possibile, questo importante strumento di aiuto economico e sociale per le famiglie grossetane in difficoltà.

Associazione
GROSSETO AL CENTRO

 

Si legga anche:

26 aprile 2021 – Covid, per aiutare i grossetani attiviamo il baratto amministrativo

7 febbraio 2021 – La proposta di Grosseto al centro per un programma politico-amministrativo

12 marzo 2019 – Baratto amministrativo, 1500 grossetani attendono che dalle parole si passi ai fatti

3 maggio 2018 – Baratto amministrativo, 1500 grossetani attendono una risposta concreta

1° marzo 2018 – Baratto amministrativo, facciamo chiarezza

3 agosto 2016 – Baratto amministrativo, Grosseto al centro chiede un incontro al sindaco

————————

 

RELATED ARTICLES

Most Popular