giovedì 29 Febbraio 2024
spot_img
HomeSaluteDefibrillatori e manovre salvavita, cittadini allenati con le palestre del salvamento

Defibrillatori e manovre salvavita, cittadini allenati con le palestre del salvamento

La seguente lettera aperta è stata inviata a tutti i sindaci dei comuni della provincia di Grosseto:

Defibrillatori e manovre salvavita, cittadini allenati con le palestre del salvamento

Salvare vite umane come quella di Alessandro Mori – il 28enne di Venturina colpito da malore domenica scorsa, durante la partita di calcio Ribolla-Suvereto – è ciò che rende più orgogliosi gli operatori di emergenza e tutta la comunità di riferimento.

Gli operatori sanitari, volontari o professionisti che siano, intervengono e valutano: “Guardo, ascolto e sento” (GAS). Una volta controllato che le vie respiratorie siano aperte si guarda se il paziente muove il torace, si ascolta se respira e si sente il polso. Infine si seguono le indicazioni sul display del defibrillatore semiautomatico (DAE), alternandosi nel massaggio cardiaco con altri soccorritori, qualora vengano in aiuto.

Tutto molto semplice? Domanda inutile. Perché per agire in maniera puntuale e precisa per salvare vite ci vuole conoscenza, ma anche allenamento. Come associazione GROSSETO AL CENTRO siamo intervenuti già a partire dal 2017 nel sottolineare che la gestione di un evento raro, improvviso e complesso, come quello di un arresto cardiaco sul territorio, per essere governato al meglio da soccorritori laici astanti, necessita di allenamento, oltre che di conoscenza.

I protocolli della catena di sopravvivenza già implicano un contatto tra la centrale operativa 112 ed il soccorritore laico, con possibilità di guidare quest’ultimo alla pratica del massaggio cardiaco e all’uso del DAE da parte degli operatori professionisti della centrale.

Oltre a ciò crediamo nell’idea che i laici possano arrivare ad avere già di per sé un bagaglio esperienziale idoneo al salvataggio. Per questo abbiamo lanciato l’idea delle Palestre del salvamento: luoghi fisici, permanenti in città e nelle frazioni, che possano ospitare tutti i cittadini che desiderino rinfrescare i passaggi da compiere nella gestione di questi rari eventi. Stilando un programma istituzionale di educazione continua per i cittadini alle manovre salvavita, avevamo sollecitato l’Amministrazione comunale a intercettare i fondi europei e a coordinare un gruppo di istruttori intorno alle associazioni di volontariato sotto l’egida della centrale operativa 112.

GROSSETO AL CENTRO ritiene che le iniziative delle varie agenzie educative che erogano corsi di formazione BLSD debbano essere messe in rete dal Comune e funzionare altresì come palestre post-corso per allenare i laici che hanno conseguito il corso base. Solo così, secondo noi, si può veramente parlare di “città cardioprotette”, ovvero di luoghi in cui il maggior numero possibile di cittadini è allenato alla gestione di eventi come quello accaduto domenica scorsa.

Abbiamo proposto questo stesso progetto alla Regione in occasione degli Stati generali della salute in Toscana, e abbiamo chiesto una linea d’indirizzo in tal senso al Consiglio della Regione Toscana esponendo la nostra idea alla Terza commissione regionale. Gac crede nelle reti della solidarietà, vere e concrete, che possano coadiuvare i professionisti dell’emergenza sanitaria concorrendo all’unico scopo di salvaguardare la vita delle persone.

Ecco perché condividiamo nuovamente la proposta delle palestre del salvamento con tutti i sindaci della provincia di Grosseto e ci rendiamo disponibili per ulteriori approfondimenti attraverso medici formatori. È possibile prendere visione dell’idea progettuale cliccando qui.

Associazione
GROSSETO AL CENTRO

Riguardo alle palestre del salvamento si legga anche:

11 settembre 2021 – Consulta per la salute e palestre del salvamento, Gac le ha portate in Commissione sanità

29 agosto 2021 – Auser, rigeneriamo il centro “Ciabatti”, istituiamo la Consulta per il sociale e portiamo nei Cps i Consigli di frazione e di quartiere

7 febbraio 2021 – La proposta di Grosseto al centro per un programma politico-amministrativo

8 febbraio 2020 – Sanità, le proposte di Gac e il report su NUE 112 al Presidente Regione Toscana

15 novembre 2017Defibrillatori, chi li sa usare?

6 maggio 2017Palestre del salvamento, un progetto per i comuni di tutta la provincia

4 aprile 2017Palestre del salvamento, rilanciamo l’iniziativa salvavita per i cittadini

2 febbraio 2017Palestre del salvamento, un programma per i cittadini per le manovre salvavita

 

RELATED ARTICLES

Most Popular